• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Filler Caserta

Filler che cos’è

I filler sono sostanze riempitive le quali una volta iniettate donano volume ed hanno un effetto tensivo sui tessuti. La suddivisione principale dei filler è in base alla durata: riassorbibili e permanenti. Nell’ambito dei riassorbibili ne esistono di “long lasting”, ovvero a lunga durata (12-18 mesi), o i classici acidi ialuronici a durata variabile tra i 2 ed i 6 mesi; per quanto riguarda i permanenti non è mai una buona idea il loro utilizzo, in quanto non essendo protesi ancorate alle ossa o ai tessuti profondi, col tempo sono suscettibili del processo gravitazionale di caduta verso il basso dei tessuti, appesantendo gli stessi. Tra le sostanze utilizzate come filler di sicuro l’acido ialuronico è il più noto in assoluto, ma non è l’unico ad esistere; quest’ultimo è ampiamente utilizzato in quanto è un costituente naturale del nostro organismo, è altamente biocompatibile  e non è in grado di dare allergie o reazioni avverse, tuttavia nel panorama dell’ acido ialuronico ne esistono moltissimi, che non cambiano solo in base alla marca ma anche in base al peso molecolare e le caratteristiche dei loro legami, è proprio per questo che si può trovare una tale disparità di costi parlando di filler, naturalmente maggiore sarà il costo maggiore sarà la qualità e la durata del filler. Al secondo posto come sostanze riempitive troviamo l’idrossiapatite calcica, l’unica azienda che lo produce è la Merz, ed il suo nome è Radiesse; questo composto è un minerale che troviamo nei denti e nelle ossa, per tanto è anch’esso altamente biocompatibile rispetto all’acido ialuronico presenta una durata maggiore ed un potere volumizzante maggiore a parità di quantità, ma la metodologia d’infiltrazione è totalmente differente e sopratutto non può essere utilizzato per le labbra.

 

Filler quando si fa

I filler vengono iniettati per donare volume, prevalentemente alle aree facciali, ma ne esistono anche per modificare i volumi corporali; in condizioni normali, ovvero in soggetti che non hanno condizioni patologiche o di invecchiamento facciale, vengono utilizzati ad esempio per dare più risalto agli zigomi, alle labbra, oppure possono essere utilizzati per correggere anomalie estetiche congenite come un mento sfuggente. Questi prodotti si presentano eccezionalmente validi se usati in mani esperte, tuttavia la possibilità di esecuzione da parte di qualsiasi medico non specialista (tutte le procedure di medicina e chirurgia estetica in Italia possono essere eseguite anche senza specializzazione) ha dato una connotazione negativa negli ultimi anni a questo trattamento di medicina estetica. Sopratutto quando si parla di filler per il volto è molto importante che il chirurgo che esegue il trattamento conosca molto bene il processo di fisiopatologia dell’invecchiamento facciale, questo perché i filler non sostituiscono la chirurgia estetica, ma sono essenzialmente un meccanismo di prevenzione contro l’invecchiamento, in fatti la medicina estetica è nota anche come medicina anti-aging (tradotto in italiano: anti-invecchiamento), questo ci permette agevolmente di comprendere che una ruga piuttosto marcata non potrà essere eliminata semplicemente con una “punturina” e sopratutto che il concetto più pelle cadente c’è maggiore è il volume da iniettare, in questi casi si creerebbero quei volti “gonfiati mostruosamente” che purtroppo si vedono sempre più frequentemente

 

Filler come si fa

Le infiltrazioni di sostanze riempitive, ovvero dei filler, sono procedure agevoli, che si eseguono in ambulatorio, senza dolore in quanto vengono utilizzati aghi sottilissimi ed i prodotti più validi contengono all’interno anestetico locale, questo elimina qualsiasi forma di disconfort per il paziente. Anche quando i filler vengono utilizzati per rimodellare i glutei, i polpacci o altre aree del corpo oltre il volto, la procedura è sempre ambulatoriale, per tanto non necessita degenza in clinica o particolari cure nel post operatorio.

 

Filler degenza-post operatorio

Dopo le infiltrazioni di filler non è presente una vera e propria degenza, il paziente potrà tornare subito alla sua vita sociale e lavorativa, le uniche attenzioni che dovrà osservare sono evitare traumi o compressioni particolari nell’area dove è stato iniettato il filler per almeno i primi tre giorni.

 

Possibili complicanze

Dato l’enorme panorama dei filler esistenti, di qualità molto differente, esistono naturalmente complicanze molto variabili; nel caso in cui si utilizzino filler a base di acido ialuronico di nuovissima generazione, come la tecnologia vycross dell’Allergan, le uniche complicanze temibili possono essere dei piccoli lividi (che generalmente si risolvono autonomamente nel giro di qualche giorno), nei casi in cui vengano utilizzati filler a base di acido ialuronico di scarsa qualità allora è possibile notare complicanze quali noduli, cordoni, gonfiori anomali, etc. Nel caso in cui si utilizzino filler a base di idrossiapatite calcica la possibilità di gonfiore legata al richiamo di liquidi dopo le infiltrazioni è pressoché impossibile, tuttavia c’è da fare un appunto: se viene iniettato troppo acido ialuronico e possibile correggere il problema infiltrando il suo antagonista, la ialuronidasi, sostanza che è in grado rapidamente di “sciogliere” l’acido ialuronico iniettato, se viene infiltrato troppo Radiesse, ovvero l’idrossiapatite calcica, non è possibile rimediare al problema perché non esiste una sostanza in grado di scioglierlo, per tanto è molto importante che il Radiesse venga utilizzato solo da personale altamente competente e qualificato.

 

Alternative terapeutiche

Le alternative terapeutiche all’utilizzo dei filler sono rappresentate da metodiche chirurgiche definitive, ad esempio il lipofilling (ovvero il trapianto autologo di grasso) si presenta come un vero e proprio filler biologico formato dal proprio grasso, in alternativa, per volumizzare le aree del proprio corpo come il mento, gli zigomi, le labbra, i glutei, i polpacci, etc non ci resta che ricorrere alle protesi.

Per maggiori informazioni sui filler contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

Galleria Foto Filler

In questa sezione è possibile vedere le foto del trattamento di medicina estetica con filler prima e dopo effettuato dal Chirurgo plastico Raffaele Rauso. (Clicca la foto per vedere le immagini)

Filler

Richiesta informazioni Gratuite

Segui il Dottore su Twitter

Dove opero a Caserta

 

Centro Polispecialistico S. Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S. Maria Capua Vetere (Caserta)