• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Gluteoplastica Caserta

Gluteoplastica che cos’è

La gluteoplastica è un corteo di tecniche chirurgiche la cui finalità è quella di rimodellare il lato B (i glutei), sia nell’uomo che nella donna. Le problematiche che possono colpire l’estetica dei glutei sono diverse, ad esempio può esseri una ptosi (una caduta dei tessuti) secondaria ad un dimagrimento, oppure un deficit di proiezione perché si è troppo magri o troppo poco allenati, altre volte invece c’è una concomitanza di più fattori che inficiano negativamente l’estetica del lato B. Attualmente le tecniche di lifting glutei, ovvero che mirano a riposizionare verso l’alto (push up) i glutei sono essenzialmente chirurgiche, quelle invece che mirano ad aumentarne volume e proiezione possono essere chirurgiche (previo l’introduzione di protesi), ma anche mini invasive di medicina estetica semplicemente infiltrando filler macromolecolari di acido ialuronico.

 

Gluteoplastica quando si fa

Durante la visita pre operatoria il chirurgo dovrà attentamente valutare 2 parametri: la tonicità e/o lassità della cute e il grado di trofismo dei muscoli glutei (in particolare quello del grande gluteo). Come per tutti gli interventi di chirurgia estetica i pazienti difficilmente accettano cicatrici chirurgiche, sebbene il risultato post operatoria sia senza ombra di dubbio bello (basta pensare ad un lifting delle mammelle ad esempio), anche per la gluteoplastica questo è uno scoglio che bisogna ben analizzare con il paziente perché se il sedere è basso non c’è alternativa ad un lifting che inevitabilmente porterà delle cicatrici post operatorie (che ad ogni modo saranno sempre ben nascoste sotto la biancheria intima o sotto il costume da bagno); nel caso in cui si voglia invece aumentare la proiezione di un gluteo di normale altezza, allora sia l’inserimento di una protesi che tecniche come il lipofilling non danno nessun tipo di cicatrice residua. 

 

Gluteoplastica come si fa

Gli interventi di gluteoplastica, sia nel caso dei lifting, che dell’inserimento di protesi, possono essere sempre eseguiti in anestesia spinale, ovvero senza la necessità di anestesia generale; ad ogni modo essendo intervento moderatamente invasivi è preferibile sempre che il paziente trascorra una notte di degenza nella clinica ove viene effettuato l’intervento, questo sia perché queste strutture hanno lettini post operatori che permettono la corretta postura del paziente dopo l’intervento (l’area dei glutei non deve essere traumatizzata dopo l’intervento, per tanto anche semplicemente per sedersi o sdraiarsi a letto è importante seguire attentamente le indicazioni del chirurgo), sia perché rimanendo in clinica il paziente può beneficiare di una terapia antidolorifica somministrata direttamente in loco con un cateterizzo spinale che viene lasciato dopo l’intervento.

 

Degenza-post operatorio

Dopo una gluteoplastica è molto importante che il paziente non stresso ne traumatizzi l’area glutei, considerando che quest’ultima è molto sollecitata sia durante il camminamento, ma anche semplicemente nell’atto del sedersi o dello sdraiarsi, vien da se che la gestione post operatoria è piuttosto fastidiosa sebbene non dolorosa. Il paziente dovrà limitare le sue attività lavorative e sociali per almeno 7 giorni nel post operatorio, per poi riprenderle progressivamente nel corso di circa 2-3 settimane.

 

Possibili complicanze

Le complicanze di una gluteoplastica, in primis, possono essere legate elle infezioni, data la vicinanza degli accessi chirurgici all’ano, che è una zona tremendamente contaminata da batteri, per tanto sarà molto importante la corretta detersione dell’area dopo la defecazione. Altre problematiche possono essere quelle comuni a tutti gli interventi chirurgici come ad esempio il sanguinolento o la diastasi (apertura) delle ferite chirurgiche. Onde evitare queste problematiche è molto importante osservare scrupolosamente le indicazioni post-operatorie del chirurgo ed in particolari modo una corretta compressione dell’area operata, nonché una lenta ripresa delle motilità e del traumatismo dell’area glutea.

 

Alternative terapeutiche

I glutei possono essere rimodellati in moltissimi modi, sia con tecniche chirurgiche definitive, sia con tecniche di medicina estetica temporanee come ad esempio le infiltrazioni di acido ialuronico, tuttavia nei casi in cui i glutei si presentano scesi (ptosici) non esiste rimedio non chirurgico (che prevede inevitabilmente delle cicatrici); l’aumento di volume del lato B, invece, può essere effettuato sia chirurgicamente inserendo delle protesi, sia semplicemente con metodiche mini invasive come li infiltrazioni di filler, molto importante è la comunicazione pre-operatoria tra chirurgo e paziente in modo tale da valutare caso per caso l’opzione migliore.

Per maggiori informazioni sulla gluteoplastica contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

Galleria Foto Gluteoplastica

In questa sezione è possibile vedere le foto dell'intervento di gluteoplastica prima e dopo effettuato dal Chirurgo plastico Raffaele Rauso. (Clicca la foto per vedere le immagini)

Gluteoplastica

Richiesta informazioni Gratuite

Segui il Dottore su Twitter

Dove opero a Caserta

 

Centro Polispecialistico S. Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S. Maria Capua Vetere (Caserta)