• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Liposcultura Caserta

Liposcultura che cos’è

La liposcultura, nota anche come liposuzione o lipoaspirazione, è un intervento chirurgico il cui scopo è quello di modellare le forme del corpo, rimuovendo il grasso ove in eccesso. Quest’intervento negli ultimi anni, in Italia, è il più richiesto in assoluto, più dell’intervento di aumento del seno, è tornato alla ribalta dopo alcuni anni “bui” nei quali si additava come un intervento pericoloso. Nel corso degli anni la liposcultura ha avuto sempre più consensi anche grazie alle sempre maggiori conoscenze e comprensioni di questo trattamento chirurgico, il quale se correttamente eseguito, quando ci sono le indicazioni, permette di rimodellare la silhouette corporale in maniera ottimale. Il primo punto fondamentale da chiarire subito è che questo intervento non serve per dimagrire, a differenza di come pensato da molti questo intervento non va eseguito in soggetti in sovrappeso, ma bensì nei pazienti che grazie a restrizioni caloriche ed esercizio fisico riescono ad avere un corpo norma formato ma nei quali sono presenti adiposità localizzate che alterano le sinuosità del corpo. La liposcultura è un intervento particolarmente indicato per il trattamento delle cosiddette adiposità primarie, ovvero quelle raccolte di grasso non sensibili alla dieta.

 

Liposcultura visita pre-operatoria

Durante il consulto pre-operatorio per una liposcultura sarà molto importante che il chirurgo valuti attentamente lo spessore del grasso sotto cutaneo ed il grado di elasticità tissutale; ad esempio con la liposcultura non è possibile rimuovere l’eventuale “pelle in eccesso” dopo un dimagrimento, in questi casi è necessario un intervento di lifting corporale, oppure sebbene possa essere presente un accumulo di adipe assieme alla concomitante presenza di pelle anaelastica (poco elastica) questo intervento è sconsigliato perché dopo la rimozione dell’adipe in eccesso potrebbe aumentare il grado di ptosi (caduta) dei tessuti cutanei di rivestimento. Nei casi in cui ci sia, oltre alla presenza di grasso, un moderato grado di ptosi tissulare sarà possibile effettuare la cosiddetta “liposcultura tridimensionale”, ovvero verrà scollata la cute dai tessuti profondi con cannule sottilissime, questo scollamento indurrà una retrazione cutanea che migliorerà il risultato post-operatorio. 

 

Liposcultura come si fa

La liposcultura è un intervento, entro certi limiti, eseguibile ambulatorialmente, ovvero nei casi in cui la quantità di grasso da rimuovere (circa 0,5 Lt) è possibile eseguirla senza necessità di notte di degenza. Nei casi in cui, invece, è richiesto un trattamento più estensivo (aspirando fino a 2-2,5 Lt) sarà opportuno che il paziente trascorra la notte in clinica. L’intervento viene eseguito generalmente in anestesia locale associata ad una piccola sedazione, il chirurgo dopo aver opportunamente disegnato l’area da trattare, tramite delle piccolissime incisioni (ci circa 3 mm), infiltra una soluzione contenente fisiologica, anestetico locale ed un vasocostrittore (un farmaco che riduce il sanguinamento), dopo un attesa di circa 15 minuti (che permetterà a questa soluzione infiltrata di fare effetto) il chirurgo inizierà a rimuovere il grasso in eccesso con delle cannule piuttosto sottili connesse con un aspiratore.

 

Liposcultura degenza-post operatoria

La degenza di una liposcultura dipende in larga parte dalla quantità di grasso aspirato; in linea di principio, dopo ogni intervento, il paziente verrà medicato con una fasciatura compressiva, quest’ultima ha lo scopo di limitare il gonfiore post-operatorio e riposizionare i tessuti, dopo il primo controllo, quando questa medicazione verrà rimossa, il paziente dovrà indossare continuamente per circa 3 settimane una guaina che guidi i tessuti verso la corretta cicatrizzazione. A distanza di circa un mese nel post operatorio sarà già possibile apprezzare i benefici dell’intervento, tuttavia il gonfiore post-operatorio si risolverà completamente in 4 mesi, durante questo periodo il paziente può migliorare la guarigione dei tessuti associando massaggi linfodrenanti e/o trattamenti fisioterapici come l’endermologie; questi trattamenti se eseguiti nei tempi giusti, come prescritti dal chirurgo, miglioreranno senza dubbio la qualità del risultato post-operatorio. Nei casi in cui l’intervento preveda la rimozione di una piccola quantità di adipe, il paziente nel post-operatorio non avrà nessun fastidio in particolare, nel caso in cui invece venga aspirata una quantità discretamente cospicua (circa 2 Lt) sarà normale osservare un discreto grado di stanchezza nel post operatorio che si risolverà in circa 1 settimana.

 

Liposcultura possibili complicanze

Una delle principali domande posta dai pazienti è: “ma con la liposcultura si può morire?” Questo purtroppo è una domanda legata a quelli che sono stati alcuni decessi dopo questo tipo di intervento, tuttavia bisogna fare delle puntualizzazioni: la liposcultura è un intervento chirurgico, per tanto non va fatta in studi medici senza nessun accertamento pre operatorio, come per tutti gli altri tipi di chirurgia il paziente andrà inquadrato da un punto di vista medico generale, andranno prescritti esami pre-operatori che dovranno essere opportunamente valutati per escludere rischi specifici per il paziente. Nei casi in cui non venga fatto tutto ciò è normale che ci si esponga a rischi. Possibili complicanze di natura estetica, invece, sono legati ad un errore tecnico, ovvero un’eccessiva aspirazione può portare a dei veri e propri “buchi”, o quanto meno ad irregolarità cutanee; ad ogni modo anche nei casi in cui il paziente non segua scrupolosamente le indicazioni del chirurgo nel post operatorio potrebbero verificarsi dei problemi di natura estetica legati a cicatrizzazioni sotto cutanee che a loro volta portano alterazioni della superficie dell’area trattata.

 

Liposcultura alternative terapeutiche

Sempre più in voga è la cosiddetta liposcultura non chirurgica, ovvero i trattamenti di medicina estetica atti a ridurre le adiposità localizzate (gli accumuli di grasso) senza la necessità di dover entrare in sala operatoria; quesito trattamenti, tra cui in primis troviamo le infiltrazioni di infiltrazioni di soluzione adipocitolitica però presentano dei tempi più lunghi per il raggiungimento del risultato raggiunto, in quanto vanno eseguite diverse sedute e sopratutto bisogna attendere che questo prodotto iniettato esplichi la sua funzione (l’atto chirurgico invece determina una rimozione immediata del grasso aspirato), non per ultimo, a differenza di quanto possano pensare in molti, non è l’alternativa economica della liposcultura, in quanto i costi di tutte le sedute pareggiano, o in alcuni casi sono maggiori, rispetto i costi di una liposcultura tradizionale.

 

VIDEO INTERVENTO LIPOSCULTURA
Il chirurgo plastico Raffaele Rauso ci parla della liposcultura, intervento erroneamente richiesto per la perdita di peso, ma che in realtà serve a modellare le forme del corpo. 

 

Per maggiori informazioni sulla liposcultura  contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

Galleria Foto Liposcultura

In questa sezione è possibile vedere le foto dell'intervento di liposcultura prima e dopo effettuato dal Chirurgo plastico Raffaele Rauso. (Clicca la foto per vedere le immagini)

Liposcultura

Richiesta informazioni Gratuite

Segui il Dottore su Twitter

Dove opero a Caserta

 

Centro Polispecialistico S. Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S. Maria Capua Vetere (Caserta)