• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Plastica dei Polpacci Caserta

Plastica dei polpacci che cos’è

La chirurgia plastica dei polpacci è essenzialmente una chirurgia correttiva di quelli che sono difetti acquisiti (ad esempio dopo un trauma stradale) o congeniti (ad esempio per un piede torto congenito) dei muscoli denominati “gemelli” (suddivisi a loro volta in gemello mediale e gemello laterale), ed in particolare del gemello mediale.

 

Plastica dei polpacci visita pre-operatoria

La plastica dei polpacci può essere effettuata in due modi: introducendo una protesi oppure infiltrando del materiale che ne aumenterà proiezione e volume. Durante la visita pre-operatoria è molto importante che il chirurgo osservi attentamente le inserzioni del muscolo gemello mediale, che se troppo bassa, non da le indicazioni per un intervento di protesi al polpaccio, in questi casi è preferibile prima un intervento di natura ortopedica per il riposizionamento di quest’ultimo. E’ molto importante durante il primo colloquio che il paziente capisca attentamente le opzioni terapeutiche a disposizione che possono essere sia definitive inserendo una protesi, sia temporanee utilizzando ad esempio le infiltrazioni di acido ialuronico.

 

Plastica dei polpacci come si fa

L’intervento chirurgico che si effettua per inserire una protesi poplitea si esegue generalmente in anestesia locale con una sedazione assistita, non è richiesta degenza notturna ma la riabilitazione deve avvenire per gradi. Dopo un’opportuna scelta pre-operatoria della protesi, quest’ultima va inserita al di sotto della fascia muscolare del muscolo debello mediale tramite un tagli di circa 3 cm che si nasconde nel cavo popliteo (al di dietro del ginocchio). Una volta inserita la protesi, questa verrà fissata con una o più suture percutanee che rimarranno in loco per pochi giorni.

 

Plastica dei polpacci degenza-post operatoria

Dopo l’inserimento di protesi dei polpacci il paziente dovrà fare molta attenzione ad evitare traumi e/o attività sportiva con gli arti inferiori per almeno 1 mese, questo per il pericolo che la protesi possa dislocarsi. E’ consigliabile indossare delle calze elastiche che riducono il gonfiore post-operatorio ed aiutano la protesi a fissarsi nella sede ove sono state collocate.

 

Plastica dei polpacci possibili complicanze

Le complicanze principali all’inserimento di protesi dei polpacci sono legate ai rischi di infezione, ma sopratutto di spostamento di quest’ultime. Problema che frequentemente si risocntra a distanza di tempo è la visibilità della protesi, sopratutto nella sua porzione distale, questo accade quando dal piano sottofasciale, inconsapevolmente, il chirurgo entra nel piano sottocutaneo, quindi una volta risoltosi l’edema post operatorio la protesi sarà visibile.

 

Plastica dei polpacci alternative terapeutiche

Le alternative più plausibili all’inserimento di protesi dei polpacci sono le infiltrazioni di acido ialuronico, questo composto naturale (che viene utilizzato, seppur in forma diversa, per donare volume al volto) ha una durata di circa 12 mesi, per tanto il risultato, per essere mantenuto costante, necessita delle sedute nel tempo.

Per maggiori informazioni sulla plastica dei polpacci contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

Richiesta informazioni Gratuite

Segui il Dottore su Twitter

Dove opero a Caserta

 

Centro Polispecialistico S. Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S. Maria Capua Vetere (Caserta)