• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Protesi tonda in mastoplastica additiva

La protesi tonda è stata la prima protesi inventata ed utilizzata per aumentare il volume del seno, in questo caso l’altezza della protesi ha lo stesso diametro della larghezza, ciò che cambia tra i vari modelli di protesi tonde, a parità di altezza e larghezza, è la proiezione: le proiezioni, almeno per le aziende più avanzate in questo campo, sono suddivise in : bassa, bassa plus, media, alta, altissima.La differenza di proiezione serve essenzialmente a valutare la prominenza del decollate desiderato, tuttavia bisogna valutare anche un altro parametro fondamentale: il grado di coesività della protesi. Questo parametro indica fondamentalmente la morbidezza della protesi, naturalmente se si pone la domanda alla paziente “desidera la protesi più morbida o più dura?”, tutte risponderebbero “più morbida possibile, in modo tale che abbia la stessa consistenza del seno!”, tuttavia il grado di coesività (la morbidezza della protesi) è un parametro che deve attentamente vagliare il chirurgo in base allo stato del seno: una protesi di consistenza maggiore può permetterci di ottenere un decollete più voluminoso, ma sopratutto può sorreggere una ghiandola tendenzialmente cadente.

 

 

Per maggiori informazioni sulle protesi tonde per la mastoplastica additiva contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

 

Richiesta informazioni Gratuite

Premiato da Estheticon

Premiato da estheticon Mastoplastica