• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Ringiovanimento genitali femminili Caserta

Ninfomeiosi che cos’è

Con il termine ninfomeiosi si intendono i procedimenti medico-chirurgici atti al ringiovanimento dei genitali femminili. Questo tipo di trattamenti solo negli ultimi anni hanno visto un boom di richieste e molto probabilmente il fenomeno è legato alle epilazioni sempre più spinte della zona genitale che hanno messo a nudo imperfezioni congenite o acquisite dopo il parto che prima erano semplicemente coperte dai peli.

 

Ninfomeiosi quando si fa

Gli interventi di ninfomeiosi prevedono sia rattamenti di medicina estetica, che veri e propri interventi di chirurgia plastica estetica. Con il progredire dell’età, generalmente dopo uno o più parti, l’area genitale femminile va incontro a dei cambiamenti sostanziali: una perdita di tono e volume delle grandi labbra, nonché un allungamento delle piccole labbra che protrudono oltre le grandi (fisiologicamente le grandi labbra “coprono” le piccole razzie al loro turgore e volume, tipico dell’età giovanile). Gli interventi di ninfomeiosi per tanto possono puntare all’aumento volumetrico delle grandi labbra, alla riduzione delle piccole, o ad entrambe le procedure in maniera congiunta.

 

Ninfomeiosi come si fa

L’intervento di ringiovanimento dell’area genitale femminile può essere effettuato o volumizzando le grandi labbra con il lipofilling o le infiltrazioni di acido ialuronico; in questi casi le procedure sono ambulatoriali e di rapida esecuzione, non richiedono degenza e la paziente può tornare rapidamente alla sua vita sociale. Nel caso in cui, invece, sia necessaria una riduzione delle piccole labbra, in questi casi si effettua un intervento chirurgico in anestesia locale con una blanda sedazione; il chirurgo asporterà la porzione eccedente delle piccole labbra, tuttavia non va fatta un’amputazione delle stesse, per garantire una corretta estetica vaginale il profilo che corre dal clitoride verso il basso deve essere regolare, per tanto la tecnica che meglio si presta è quella denominata “distal wedge” o del cuneo distale, in questo modo il chirurgo nasconderà la cicatrice alla base d’impianto delle piccole labbra e manterrà ininterrotta la continuità tra clitoride e contorno delle piccole labbra

 

Ninfomeiosi degenza-post operatoria

Nei casi in cui si effettui solo una volumizzazione delle grandi labbra non è richiesta nessuna degenza in particolare, la paziente riprenderà immediatamente le sue abitudini quotidiane; nel caso invece della riduzione delle piccole labbra, la paziente dovrà effettuare un’attenta igiene intima ed è consigliata l’astensione dalle attività sessuali per circa 3 settimane; ad ogni modo il trattamento è ambulatoriale e non richiede degenza in clinica.

 

Ninfomeiosi possibili complicanze

Le complicanze principali nascono dalla riduzione delle piccole labbra, se questo intervento viene eseguito da un chirurgo non esperto nel campo della ginecologia estetica si possono creare delle aderenze o, nei casi peggiori, delle vere e proprie stenosi (riduzioni) dell’imbocco vaginale

 

Ninfomeiosi alternative terapeutiche

Nel caso in cui si desideri volumizzare le grandi labbra, le infiltrazioni di acido ialuronico sono una valida, seppur temporanea, alternativa al lipofilling; nel caso della riduzione delle piccole labbra è possibile effettuare delle riduzioni con laser, tuttavia in questi casi non sarà possibile ricostruire il fisiologico passaggio tra clitoride e piccole labbra.

Per maggiori informazioni sul ringiovanimento genitali femminili contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

Approfondimenti Ringiovanimento Genitali

Richiesta informazioni Gratuite

Segui il Dottore su Twitter

Dove opero a Caserta

 

Centro Polispecialistico S. Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S. Maria Capua Vetere (Caserta)