• chirurgo plastico caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica caserta raffaele rauso
  • chirurgia plastica estetica caserta raffaele rauso

Trapianto Capelli Caserta

Auto trapianto dei capelli che cos’è

L’auto trapianto dei capelli, noto impropriamente come trapianto dei capelli, è una procedura di chirurgia estetica che ha come fine il ripristino della capigliatura che è andata diradandosi nel tempo per fattori per lo più genetici e/o ormonali. Più che di trapianto bisognerebbe parlare di innesto, in quanto l’unità follicolare, ovvero il capello, che viene trasferita da un’area più densa ad una meno densa, non è fornita di un apporto vascolare (di sangue) diretto, ma gli verrà fornito dalla neo-angiogenesi (dalla formazione di nuovi vasi da parte dell’area ricevente), per tanto a differenza dei trapianti ove la creazione di un’anastomosi (di un collegamento) tra vasi sanguigni del letto ricevente con il letto donatore ci da certezza assoluta, o quasi, di attecchimento, per gli innesti molto deve fare il nostro organismo; naturalmente esistono numerosi parametri che il buon chirurgo conosce, come il tempo intercorso tra prelievo ed inserimento dell’innesto, che influenzano l’attecchimento o meno dei follicoli piliferi. 

 

Trapianto dei capelli quando si fa

Un punto fondamentale da sottolineare quando si parla di trapianto dei capelli è che la capigliatura dell’età adolescenziale non si potrà riottenere mai più, è possibile con le tecniche di auto trapianto dei capelli migliorare l’aspetto del capillizio, renderlo sicuramente più folto e pettinabile, molto naturale, ma mai come prima dell’inizio della perdita delle unità follicolari (capelli). Ciò che bisogna ben analizzare durante u consulto pre-operatorio per una trapianto dei capelli è innanzitutto la tecnica da utilizzare: stripping o FUE. La tecnica stripping prevede l’allestimento di una striscia più o meno lunga di capelli dalla zona nucale, dalla quale verranno successivamente isolati i singoli capelli dall’equipe di bulbisti (personale infermieristico prettamente specializzato in questa procedura), che verranno poi innestati nella zona deficitaria; con questa tecnica esita una cicatrice nella zona ducale (che se ben suturata con tecniche come la sutura tricofitica diventa praticamente inesistente) ma è possibile trasferire un numero elevatissimo di unità follicolari (capelli), in poche parole è possibile effettuare quelle che sono note come “mega sessioni”, quindi riabilitare aree vaste del capillizio. La tecnica FUE, da Follicular Unit Excision (escissione singola delle unità follicolari), invece, prevede l’isolamento singolo delle unità follicolari, con degli appositi bisturi circolari noti con il nome di punch, quindi i capelli vengono prelevati uno ad uno senza la necessità di creare una cicatrice lineare dietro la nuca come per la tecnica stripping; tuttavia i limiti di questa tecnica sono rappresentati da una quantità più esigua di capelli innegabili, con una minor percentuale di attecchimento, con tempi operatori più lunghi, per tanto questa tecnica si presta molto bene per piccoli diradamenti e/o stempiature.

 

Trapianto dei capelli come si fa

Sia che venga utilizzata la tecnica stripping, sia che venga utilizzata la FUE, il trapianto dei capelli viene sempre eseguito in anestesia locale, pura o con l’aggiunta di una blanda sedazione anestesiologica. L’intervento viene eseguito in Day Surgery in ambulatorio chirurgico, quindi senza la necessità di trascorrere una notte in clinica da parte del paziente. Appena terminato l’intervento, sia sulla zona donatrice che su quella ricevente viene applicata una medicazione.

 
Trapianto dei capelli degenza-post operatoria

Generalmente, all’indomani dall’intervento, il paziente viene sottoposto a controllo ed eventualmente viene effettuato lo shampoo da parte del personale infermieristico, il paziente potrà eseguire da se il lavaggio dei capelli solo dopo circa una settimana seguendo scrupolosamente le indicazioni date dal chirurgo. E’ bene sottolineare, però, che il risultato del trapianto dei capelli non è immediato, nel giro di qualche settimana i bulbi innestati cadranno autonomamente assieme alle crosticine che si sono formate nel capillizio, a distanza di circa 4 mesi sarà possibile apprezzare la quantità di capelli che ha attecchito al trattamento.

 
Trapianto dei capelli possibili complicanze

Le complicanze inerenti il trapianto dei capelli sono essenzialmente legate ad un deficit della quantità di capelli che hanno attecchito, è molto, molto, importante che questo intervento venga effettuato da un’equipe di professionisti, che siano abituati a lavorare in team, tutto ciò per ridurre i tempi tra prelievo ed innesto, il che aumenterà la percentuale di attecchimento e quindi di successo.

 
Trapianto dei capelli alternative terapeutiche

Tra le alternative non chirurgiche al trapianto dei capelli sicuramente in primis c’è la terapia medica a base di finasteride e minoxidil, ma solo per casi selezionati, ovvero dove la perdita dei capelli (l’alopecia) è legata ad un eccesso di testosterone (alopecia androgenetica), che è la forma più frequente nel maschio; tuttavia questa terapia, in una percentuale variabile in base all’età del paziente, può creare alterazioni temporanee sulla libido. Una terapia medica che negli ultimi anni è stata molto utilizzata con risultati discreti è rappresentata dall’infiltrazione di PRP; il PRP non è nient’altro che un centrifugato di sangue del paziente, dal quale viene rimossa la porzione corpuscolata del sangue (i globuli rossi), questa sostanza, il plasma arricchito in piastrine (PRP: platelets riched plasma), ha un fortissimo effetto anti-infiammatorio ed è in grado di riattivare fiono a tre volte la ricrescita del capillizio, tuttavia vanno sempre effettuate sedute di mantenimento altrimenti il risultato viene perso del tutto.

Per maggiori informazioni sul trapianto capelli contatta il dottore Raffaele Rauso c/o la Centro Polispecialistico S.Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S.Maria Capua Vetere (Caserta)

Richiesta informazioni Gratuite

Segui il Dottore su Twitter

Dove opero a Caserta

 

Centro Polispecialistico S. Apollonia, in via Martiri del Dissenso, 47 S. Maria Capua Vetere (Caserta)